Navigazione veloce

numero di assenze consentito per la validità dell’anno scolastico ai fini della valutazione degli alunni – Comunicazione n. 7 del 15-9 2014

Come è noto dall’anno scolastico 2010-2011 trova piena applicazione, per gli studenti di tutte le classi degli istituti di istruzione secondaria di II grado, la disposizione sulla validità dell’anno scolastico di cui all’articolo 14, comma 7, del Regolamento di coordinamento delle norme per la valutazione degli alunni di cui al DPR 22 giugno 2009, n. 122.

Tale disposizione prevede che “… ai fini della validità dell’anno scolastico, compreso quello relativo all’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato”.

Il Ministero dell’istruzione con circolare n. 20 del 4-3-2011 ha indicato le modalità con cui procedere al calcolo dell’orario annuale personalizzato rispetto al quale determinare il numero di assenze consentito .

Pertanto si indicano di seguito , per ciascun indirizzo di studio presente nella scuola, il numero di ore di assenze consentito ai fini della validità dell’anno scolastico 2014-2015:

 

Indirizzi di studio N° di ore di assenzamassimo consentito
Liceo linguistico , Liceo delle scienze umane e scienze umane opz. Econ. Soc.   – 1°,2° anno 223 ore
Liceo linguistico , Liceo delle scienze umane e scienze umane opz. Econ. Soc. – 3°, 4° e 5° anno 248 ore
IPSIA manutenzione e assistenza tecnica / produzioni industriali moda – 1° anno 272 ore
IPSIA manutenzione e assistenza tecnica / produzioni industriali moda – 2° anno 264 ore
IPSIA manutenzione e assistenza tecnica opz. Apparati civ. e industr. e IPSIA produzioni industriali opz. produzioni tessili e sartor. –3°- 4°-5°anno  264 ore
Istituto tecnico per il turismo (corso serale) – 3° anno 181 compreso ore on line
Istituto tecnico per il turismo (corso serale) – 4° anno 190compreso ore on line

 

Si fa presente che nel computo delle ore rientrano anche gli ingressi in ritardo e le uscite anticipate che quindi verranno conteggiate come ore di assenza .

Si ricorda che in base alla normativa vigente “le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali deroghe al suddetto limite…… Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati”.

 

Per l’a.s. 2014-2015 le deroghe consentite sono le seguenti:

 

  1. gravi motivi di salute adeguatamente documentati al momento del rientro a scuola da ogni singolo periodo di assenza ; non saranno considerati giustificativi eventuali certificati medici , anche cumulativi , presentati non al momento del rientro da ogni singolo periodo di assenza ma in tempi successivi.
  2. terapie e/o cure programmate adeguatamente documentati con certificazione medica o con certificazione del soggetto erogante la terapia/cura;
  3. donazioni di sangue;
  4. partecipazione ad attività sportive e agonistiche organizzate da federazioni riconosciute dal C.O.N.I.;
  5. adesione a confessioni religiose per le quali esistono specifiche intese che considerano il sabato o altro giorno come giorno di riposo
  6. impegni di lavoro per gli studenti lavoratori documentati con dichiarazione del datore di lavoro

 Il certificato medico dovrà essere esibito al momento del rientro al docente della prima ora di lezione ai fini dell’ammissione a scuola e poi, a cura dello studente, entro la fine della mattinata di rientro dovrà essere consegnato in segreteria alunni e acquisito a protocollo.

 Tutte le altre certificazioni o attestazioni relative alle deroghe 2,3,4,5 e 6 dovranno essere consegnate a cura degli studenti o dei genitori direttamente in segreteria alunni e , relativamente alle deroghe 2 e 4( terapie/cure e attività sportiva), dovranno contenere la durata dell’assenza.

È comunque compito del consiglio di classe verificare se il singolo allievo abbia superato il limite massimo consentito di assenze e se tali assenze, pur rientrando nelle deroghe previste , impediscano, comunque, di procedere alla fase valutativa, considerata la non sufficiente permanenza del rapporto educativo.

Per i soli studenti del corso serale potranno essere considerate deroghe al limite massimo di assenze consentite oltre ai precedenti motivi anche particolari esigenze o motivazioni di ordine personale e/o familiare preventivamente comunicate e ritenute ammissibili dal consiglio di classe.

Va, infine, ricordato che l’art. 14, comma 7, del Regolamento prevede in ogni caso che Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all’esame finale di ciclo.”

 Di tale accertamento e della eventuale impossibilità di procedere alla valutazione per l’ammissione alla classe successiva o all’esame si dà atto mediante opportuna verbalizzazione da parte del consiglio di classe in sede di operazioni di scrutinio finale.

La presente circolare ,oltre che letta nelle classi e affissa all’albo dell’istituto, viene inserita sul sito internet della scuola .



  • Condividi questo post su Facebook

Non è possibile inserire commenti.