Navigazione veloce

backup pagina alternanza

ASLL’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
PASSO DOPO PASSO

GUIDA OPERATIVA PER I TUTOR ED I CONSIGLI DI CLASSE DELLA SEZIONE PROFESSIONALE CENNINI

PROGETTAZIONE ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
ANNI SCOLASTICI 2016/2017-2017/2018-2018/2019
(progettazione rivista con decorrenza a.s. 2017-18)

download

NOVITÀ:

SCUOLA E TERRITORIO: ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 
[scarica il documento in formato PDF]
(CONTEGGIO ORE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO)

 Registrazione stage su SCUOLA E TERRITORIO

Allegato 8 CENNINI – SCHEDA PROGETTUALE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

scarica i documenti

 

Consulta l’elenco dei documenti scaricabili

COMPITI DEL CONSIGLIO DI CLASSE

1) Leggere la Guida operativa e il documento Valutare l’Alternanza

2)  Individuare le competenze da sviluppare in III, in IV, in V (cfr declinazione delle competenze nella Valutazione delle Competenze)

3) Ricognizione delle strutture, aziende, enti, esperti presenti sul territorio e non.

4) Contattare la struttura/azienda/ente ospitante e/o l’esperto per verificarne la disponibilità e concordare il periodo degli stage/incontri. Comunicare il periodo al Referente alternanza (samanta.martelli@gmail.com ; carmelt@libero.it )

5. Sottoscrivere la Convenzione (solo in caso di stage) dopo aver contattato l’ufficio Segreteria dell’Istituto

6. Far compilare la Valutazione rischi alla struttura/azienda/ente ospitante (solo in caso di stage)

7. Contattare il tutor aziendale o l’esperto per strutturare il percorso

8. Compilare e far firmare ai genitori il Progetto formativo e consegnarlo in Segreteria.

9. Far compilare al tutor aziendale la Scheda di valutazione delle competenze e consegnarlo in Segreteria

10. Far compilare allo studente il Questionario di autovalutazione (subito dopo lo stage) e consegnarla in Segreteria

11. Prima dello scrutinio compilare, per ogni studente, la Scheda attività ASL -conteggio ore (da consegnare successivamente in Segreteria)

14) In sede di scrutinio finale compilare, per ogni alunno, la Certificazione delle competenze [scarica in formato docx] e consegnarla in Segreteria

COMPITI DEL TUTOR DI CLASSE

Si auspica una progettazione condivisa tra i tutor delle III, delle IV e delle V per quanto riguarda la pianificazione dei moduli teorici. Un ipotetico incontro con un esperto -pensato per una terza- dovrebbe essere esteso anche alle altre terze. I tutor dovranno perciò collaborare e lavorare a stretto contatto in tal senso.

1. Elabora, insieme al tutor esterno, il percorso formativo personalizzato che verrà sottoscritto dalle parti coinvolte (scuola, struttura ospitante, studente/soggetti esercenti la potestà genitoriale)
2. Comunica al referente ASL (mailto:carmelt@libero.it e samanta.martelli@gmail.com), le attività progettate (data, ora, luogo, attività, monte ore previsto)
3. Inserisce le attività progettate sul registro di classe (Spaggiari) dopo aver ricevuto conferma dal referente ASL
4. Assiste e guida lo studente nei percorsi di alternanza e ne verifica, in collaborazione con il tutor esterno, il corretto svolgimento
5. Monitora le attività e affronta le eventuali criticità che dovessero emergere dalle stesse
6. Valuta, comunica e valorizza gli obiettivi raggiunti e le competenze progressivamente sviluppate dallo studente
7. Promuove l’attività di valutazione sull’efficacia e la coerenza del percorso di alternanza, da parte dello studente coinvolto
8. Informa gli organi scolastici preposti (Dirigente Scolastico, Dipartimenti, Collegio dei docenti) ed aggiorna il Referente ASL e il Consiglio di classe sullo svolgimento dei percorsi, anche ai fini dell’eventuale riallineamento della classe.

COME VERIFICARE E VALUTARE L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

I principali strumenti di valutazione sono:
1. le prove esperte: consistono nella proposta agli studenti di situazioni complesse e problematiche da risolvere sfruttando le proprie conoscenze e abilità, ma soprattutto mettendo in gioco le proprie competenze, acquisite sia a scuola sia in azienda.

2. i diari di bordo: è la descrizione critica da parte dello studente delle attività svolte secondo il seguente schema:

DATA ATTIVITÀ SVOLTA
………………. …………………

POSSIBILI VARIANTI
– Per ogni giorno scatto di una foto ritenuta significativa e invio per email, con una didascalia di 10 righe, al tutor scolastico.
– Stesura di una relazione esplicativa sull’esperienza e i vari step svolti in azienda e sull’utilità dell’alternanza scuola-lavoro.

La valutazione delle attività sarà effettuata dal docente della disciplina direttamente o indirettamente interessata.

Figure professionali (medico; avvocato…)

COME RENDICONTARE LE SPESE DELL’ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO

QUANTITA’
Sulla base del budget di ogni classe per l’Alternanza, l’Istituto potrà procedere a rimborso totale o parziale delle spese sostenute dagli alunni

ATTIVITA’ GENERALI e STAGE
Priorità:
– Rivolgersi a soggetti che sono in grado di produrre fattura elettronica

Nei remoti casi in cui ciò non sia possibile
– Il soggetto/ente produrrà titoli individuali (ad ogni alunno/a) e non collettivi

– Ogni alunno/a dovrà conservare ricevute dei pagamenti da lui/lei effettuati, compilando un’apposita scheda di rendicontazione che il tutor fornirà (scheda rendicontazione spese ASL)

– Al termine dell’anno scolastico, il Tutor provvederà a consegnare schede e titoli allegati in Segreteria

– La Segreteria procederà al rimborso totale o parziale delle spese sostenute tramite bonifico individuale agli alunni

FORMAZIONE con ESPERTI

ESPERTI INTERNI
Qualora nella scuola siano presenti figure professionali per l’attività formativa, nel caso di pari competenze, l‘Istituto dovrà procedere a selezione tramite bando interno. Il docente selezionato, sarà pagato con ore aggiuntive di insegnamento e tale cifra non dovrà dunque essere considerata all’interno del budget dato per l’Alternanza

ESPERTI ESTERNI
Qualora si ricorra ad un formatore esterno, il tutor della classe dovrà rivolgersi alla Segreteria per modalità e tempi e per predisporre il bando.
– Il pagamento dovrà essere scalato dal budget dato alla singola classe per le attività di alternanza

– La Segreteria procederà al pagamento secondo le tariffe dell’Istituto

scarica i documenti

DOCUMENTI DISPONIBILI

[Modello 7 scheda preventiva progetti Alternanza scuola – lavoro (formato word)]

1- Elenco stage 2016/17 (DOC) <> Elenco stage 2016/17 (PDF)

2- Convenzione di tirocinio .. (DOC) <> Convenzione di tirocinio .. (PDF)

3- Scheda valutazione rischi (DOCX) <> Scheda valutazione rischi (PDF)

4- Progetto formativo (DOC) <> Progetto formativo (PDF)

5- Scheda di valutazione delle competenze (DOC) <> Scheda di valutazione delle competenze (PDF)

6- Questionario di autovalutazione (DOC) <> Questionario di autovalutazione (PDF)

7- Scheda attività ASL conteggio ore (DOCX) <> Scheda attività ASL conteggio ore (PDF)

8- Registro delle presenze (foglio elettronico ODS) <> Registro delle presenze (PDF)

9- Certificazione delle competenze (ODT) <> Certificazione delle competenze (PDF)

10- Scheda rendicontazione spese (DOCX) <> Scheda rendicontazione spese (PDF)

L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
PASSO DOPO PASSO

GUIDA OPERATIVA PER I TUTOR ED I CONSIGLI DI CLASSE DELLA SEZIONE LICEALE SAN GIOVANNI BOSCO

PROGETTAZIONE ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
ANNI SCOLASTICI 2016/2017-2017/2018-2018/2019
(progettazione rivista con decorrenza a.s. 2017-18)
download

SCUOLA E TERRITORIO: ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
[scarica il documento in formato PDF]
(CONTEGGIO ORE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO)

 Registrazione stage su SCUOLA E TERRITORIO

Allegato 8 SAN GIOVANNI BOSCO – SCHEDA PROGETTUALE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

 

scarica i documenti

 

Consulta l’elenco dei documenti scaricabili

 

COMPITI DEL CONSIGLIO DI CLASSE

1) Leggere la Guida operativa e il documento Valutare l’Alternanza

2) Individuare le competenze da sviluppare in III, in IV, in V (cfr declinazione delle competenze nella Certificazione delle Competenze)

3) Compilare il registro delle attività teoriche ad ogni incontro in aula. Il registro si trova nel cassetto del tutor di classe.

4) Ricognizione delle strutture, aziende, enti, esperti presenti sul territorio e non (vedi Elenco strutture e calendario attività anno 2015/16 novembre-dicembre 2015, gennaio-giugno 2016 )

5) Contattare la struttura/azienda/ente  ospitante e/o l’esperto per verificarne la disponibilità e concordare il periodo degli stage/incontri. Comunicare il periodo al Referente alternanza (samanta.martelli@gmail.com)

6) Sottoscrivere la Convenzione  (solo in caso di stage) dopo aver contattato l’ufficio Segreteria dell’Istituto

7) Far compilare la scheda di Valutazione rischi alla struttura/azienda/ente  ospitante (solo in caso di stage)

8) Contattare il tutor aziendale o l’esperto per strutturare il percorso

9) Compilare e far firmare ai genitori l’Informativa alle famiglie e consegnarla in Segreteria

10) Stendere il Patto formativo di ogni alunno e consegnarlo in Segreteria

11) Far compilare al tutor aziendale le Schede di valutazione studente e il Questionario di valutazione e consegnarlo in Segreteria. Il tutor aziendale dovrà inoltre registrare le presenze giornaliere facendo firmare i tirocinanti sul Registro delle presenze. Per i tirocini nelle scuole dovrà essere usata questa scheda di valutazione. valutazione studente TIROCINIO SCUOLE

12) Far compilare allo studente la Scheda di autovalutazione (subito dopo lo stage) e consegnarla in Segreteria

13) Prima dello scrutinio compilare, per ogni studente, la Scheda relativa al conteggio ore (da consegnare successivamente in Segreteria). Dovranno inoltre essere state valutate le Schede di osservazione con gli eventuali approfondimenti dei discenti (III e IV anno) e il Diario di bordo con la relazione finale (IV anno).

Di seguito i Criteri per la valutazione della terza, i Criteri per la valutazione della quarta (ESCLUSO SCIENZE UMANE) e i Criteri per la valutazione della quarta delle SCIENZE UMANE

14) In sede di scrutinio finale compilare, per ogni alunno, la Certificazione delle competenze [scarica in formato docx] e consegnarla in Segreteria

 

COMPITI DEL TUTOR DI CLASSE

Si auspica una progettazione condivisa tra i tutor delle III, delle IV e delle V  per quanto riguarda la pianificazione dei moduli teorici. Un ipotetico incontro con un esperto -pensato per una terza- dovrebbe essere esteso anche alle altre terze. I tutor dovranno perciò collaborare e lavorare a stretto contatto in tal senso.

1) Elabora, insieme al tutor esterno, il percorso formativo personalizzato che verrà sottoscritto dalle parti coinvolte (scuola, struttura ospitante, studente/soggetti esercenti la potestà genitoriale)

2) Comunica al referente ASL (samanta.martelli@gmail.com), le attività progettate (data, ora, luogo, attività, monte ore previsto) e compila l’apposita scheda di progettazione [Modulo 7] che contenga sia l’indicazione delle attività previste a scuola sia le attività di stage programmate per la classe ,con le rispettive durate.

3) Inserisce le attività progettate sul registro di classe (Spaggiari) dopo aver ricevuto conferma dal referente ASL

4) Per ciascuna classe terza e quarta il tutor tiene un registro per la rilevazione delle presenze nelle attività che si svolgono a scuola e non in stage. Il registro sarà predisposto dalla segreteria e  i docenti potranno prelevarlo presso l’ufficio di segreteria.

5) Assiste e guida lo studente nei percorsi di alternanza e ne verifica, in collaborazione con il tutor esterno, il corretto svolgimento

6) Monitora le attività e affronta le eventuali criticità che dovessero emergere dalle stesse

7) Valuta, comunica e valorizza gli obiettivi raggiunti e le competenze progressivamente sviluppate dallo studente

8) Promuove l’attività di valutazione sull’efficacia e la coerenza del percorso di alternanza, da parte dello studente coinvolto

9) Informa gli organi scolastici preposti (Dirigente Scolastico, Dipartimenti, Collegio dei docenti) ed aggiorna il Referente ASL e il Consiglio di classe sullo svolgimento dei percorsi, anche ai fini dell’eventuale riallineamento della classe.

[ VEDI ELENCHI TUTOR DI CLASSE ]

 

COME VERIFICARE E VALUTARE  L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

I principali strumenti di valutazione sono:

  1. le prove esperte: consistono nella proposta agli studenti di situazioni complesse e problematiche da risolvere sfruttando le proprie conoscenze e abilità, ma soprattutto mettendo gioco le proprie competenze, acquisite sia a scuola sia in azienda.
  1. il diario di bordo: è la descrizione critica da parte dello studente delle attività svolte secondo il seguente schema:

DATA

ATTIVITÀ SVOLTA

……………….

…………………

POSSIBILI VARIANTI

  • Per ogni giorno scatto di una foto ritenuta significativa e invio per email, con una didascalia di 10 righe, al tutor scolastico.
  • Raccolta di tre documenti ritenuti significativi e per ognuno predisposizione di una relazione di almeno 30 righe che ne illustri l’utilità.
  • Stesura di un saggio breve sull’utilità dell’alternanza scuola-lavoro.
  • Uso della lingua straniera per compilare alcune parti del diario di bordo.

La valutazione delle attività sarà effettuata dal docente della disciplina direttamente o indirettamente interessata.

 

ESEMPI DI ATTIVITÀ DI ALTERNANZA

CLASSI III (70 ORE LINGUISTICO ; 60 ORE PEDAGOGICO E LES)

Moduli teorici con USL ed esperti (Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;
Primo soccorso;
Mediatore culturale e facilitatore linguistico;
Insegnare agli stranieri;
Beni culturali, museo e territorio;
Professione guida turistica;
Case editrici e promozione prodotti editoriali;
Consulente pedagogica;
Soggetti diversamente abili;
Gestione privata di beni culturali e storici)
Stage nelle scuole
Soggiorno-studio
Scambio

CLASSI IV (80 ORE LINGUISTICO ; 90 ORE PEDAGOGICO E LES)

Scambio
Soggiorno-studio
Stage nelle scuole
Stage nelle Università
Stage c/o hotel
Stage c/o agriturismo
Stage c/o Ufficio turismo
Stage c/o Museo Cristallo

CLASSI V (50 ORE)

Orientamento (lezioni ad hoc)
Centro per l’impiego
Camera di commercio
Strumenti per accedere al mercato del lavoro
CV in italiano e in lingua straniera
Lettera di presentazione
Colloqui di lavoro
Inserzioni
Contratti di lavoro
Figure professionali (medico; avvocato…)

COME RENDICONTARE LE SPESE DELL’ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO

QUANTITA’
Sulla base del budget di ogni classe per l’Alternanza, l’Istituto potrà procedere a rimborso totale o parziale delle spese sostenute dagli alunni

ATTIVITA’ GENERALI e STAGE
Priorità:
– Rivolgersi a soggetti che sono in grado di produrre fattura elettronica

Nei remoti casi in cui ciò non sia possibile
– Il soggetto/ente produrrà titoli individuali (ad ogni alunno/a) e non collettivi

– Ogni alunno/a dovrà conservare ricevute dei pagamenti da lui/lei effettuati, compilando un’apposita scheda di rendicontazione che il tutor fornirà (scheda rendicontazione spese ASL)

– Al termine dell’anno scolastico, il Tutor provvederà a consegnare schede e titoli allegati in Segreteria

– La Segreteria procederà al rimborso totale o parziale delle spese sostenute tramite bonifico individuale agli alunni

FORMAZIONE con ESPERTI

ESPERTI INTERNI
Qualora nella scuola siano presenti figure professionali per l’attività formativa, nel caso di pari competenze, l‘Istituto dovrà procedere a selezione tramite bando interno. Il docente selezionato, sarà pagato con ore aggiuntive di insegnamento e tale cifra non dovrà dunque essere considerata all’interno del budget dato per l’Alternanza

ESPERTI ESTERNI
Qualora si ricorra ad un formatore esterno, il tutor della classe dovrà rivolgersi alla Segreteria per modalità e tempi e per predisporre il bando.
– Il pagamento dovrà essere scalato dal budget dato alla singola classe per le attività di alternanza

– La Segreteria procederà al pagamento secondo le tariffe dell’Istituto

scarica i documenti

DOCUMENTI DISPONIBILI

 

[Modello 7 scheda preventiva progetti Alternanza scuola – lavoro (formato word)]

1- Guida operativa (PDF)

2- Valutare l’Alternanza (PDF)

3- Certificazione delle competenze (ODT)  <>  Certificazione delle competenze (PDF)

4- Elenco strutture (DOCX)

5- Calendario attività anno 2015/16 (PDF) novembre-dicembre 2015 , gennaio-giugno 2016

6- Convenzione di tirocinio (ODT) <> Convenzione di tirocinio (PDF)

7- Valutazione rischi (DOCX) <> Valutazione rischi (PDF)

8- Informativa famiglie (ODT) <> Informativa famiglie (PDF)

9- Patto formativo (ODT) <> Patto formativo (PDF)

10- Valutazione studente (ODT) <> Valutazione studente (PDF)

10a – Valutazione studente TIROCINIO SCUOLE (ODT) <> Valutazione studente TIROCINIO SCUOLE (PDF)

11- Questionario di valutazione (DOCX) <> Questionario di valutazione (PDF)

12- Registro delle presenze (DOC) <> Registro delle presenze (PDF)

13- Questionario di autovalutazione (ODT) <> Questionario di autovalutazione (PDF)

14- Scheda conteggio ore (DOCX) <> Scheda conteggio ore (PDF)

15- Scheda di osservazione (ODT) <> Scheda di osservazione (PDF)

16- Diario di bordo (ODT) <> Diario di bordo (PDF)

17- Criteri per la valutazione della terza (ODT) <> Criteri per la valutazione della terza (PDF)

18- Criteri per la valutazione della quarta (ODT) <> Criteri per la valutazione della quarta (PDF)

19- Criteri per la valutazione della quarta SCIENZE UMANE (ODT) <> Criteri per la valutazione della quarta SCIENZE UMANE (PDF)

19- Scheda rendicontazione spese (DOCX) <> Scheda rendicontazione spese (PDF)

20- Certificazione delle competenze (ODT) 

 



  • Condividi questo post su Facebook

Non è possibile inserire commenti.